Asinaria @ Teatro Antigone

Asinaria

Dal 23 Marzo al 2 Aprile

Testo tratto dalla commedia di Tito Maccio Plauto

Il giovane Argirippo, figlio di Demeneto, si innamora di Filènia, una giovane cortigiana, figlia della mezzana Cleereta. Poiché la fanciulla è controllata dalla madre, che le organizza appuntamenti d’amore, viene promessa per un anno a Diàvolo a patto che quest’ultimo le consegni venti mine d’argento entro la fine della giornata. Nel frattempo, Demeneto, all’oscuro di tutto, ordina ai suoi due servi Leònida e Lìbano di derubare la moglie Artèmona, la quale tiene per sé tutto il patrimonio familiare, così da concedere una notte d’amore al figlio con la cortigiana. I due servi, spacciandosi per gli amministratori della padrona, riescono a portare a termine il furto ai danni di un mercante che doveva venti mine d’argento ad Artèmona per l’acquisto di alcuni asini. Mentre i due servi stanno portando il denaro rubato ad Argirippo, per la sua notte d’amore, il fanciullo viene a conoscenza del patto tra Cleereta e Diàvolo e decide di togliersi la vita. I due servi, giunti in tempo per evitare il misfatto, gli consegnano il denaro rubato che corrisponde proprio a venti mine d’argento. Argirippo, preso da immensa gioia, riscatta Filènia, ma, poiché questo piano è stato attuato grazie al permesso del padre Demèneto, il vecchio vuole in cambio una notte con la cortigiana Filènia. Il figlio è costretto ad accettare per realizzare il suo desiderio. Per sfortuna di Demeneto, la moglie Artèmona, informata da Diàvolo, riguardo all’adulterio del marito, corre a casa della cortigiana e, colto il marito in flagrante, lo punisce, lasciando così Filènia solo nelle mani del figlio.

Tel. 065755397

Luogo: Teatro Antigone - Via Amerigo Vespucci, 42 - Roma - Start ore 21.00